Rifugio Tissi – Civetta
Immagini

9÷10 Luglio 2011

Spettacolare traversata dai Piani di Pezzè (Alleghe) alla Capanna Trieste, percorrendo la Val Civetta, al cospetto della famosa parete nord ovest dell’omonimo monte, con pernottamento al Rifugio Tissi.

Varietà di ambienti, dai prati dei Piani di Pezzè ai boschi della Val Corpassa, dal tranquillo laghetto di Coldai ai terreni detritici alla base della parete del Civetta, e soprattutto grandi i panorami su buona parte delle Dolomiti.


Clicka per ingrandire l'immagine

Partiti dai Piani di Pezzè, dopo una breve salita si giunge poco sotto la Forcella di Alleghe, con la vista che comincia ad aprirsi sui monti della Val di Zoldo.


Clicka per ingrandire l'immagine

Poco oltre, sorpassato il Col dei Baldi, sulla sinistra compare anche la parte sommitale del Pelmo.


Clicka per ingrandire l'immagine

In breve si raggiunge la Forcella di Alleghe e la Malga di Pioda (nella foto), dove la vista sulle Dolomiti di Zoldo e sulle Dolomiti Cadorine si fa più ampia.


Clicka per ingrandire l'immagine

Si riprende quindi a salire con decisione, aggirando le Cime di Coldai. E alzandosi di quota, il Pelmo mostra sempre di più la sua imponente e massiccia forma trapezoidale.


Clicka per ingrandire l'immagine

Più a sinistra, invece, lo sguardo raggiunge i monti attorno al Passo Giau (Monte Cerniera, Mondeval, Croda da Lago, ...).


Clicka per ingrandire l'immagine

In vista del Rifugio Sonnino al Coldai, dai monti all’orizzonte lo sguardo riesce ad abbassarsi anche sul fondovalle della Val di Zoldo e sull’abitato di Pecol.


Clicka per ingrandire l'immagine

Al Rifugio Sonnino al Coldai, finalmente una meritata sosta. Sullo sfondo sempre la mole del Pelmo.


Clicka per ingrandire l'immagine

Ripreso il cammino, pochi metri di salita permettono di sorpassare la Forcella Coldai e scendere così all’omonimo laghetto; la vista in lontananza si spinge fino alla parete sud della Marmolada.


Clicka per ingrandire l'immagine   Clicka per ingrandire l'immagine

Aggirando da nord il Lago Coldai, si inizia a vedere la parete nord-ovest del Civetta, anche se ancora “di profilo”.


Clicka per ingrandire l'immagine

Lasciato il lago, si inizia a scendere lievemente lungo la Val Civetta, percorrendo un sentiero alla base della parete nord ovest del Civetta (nella foto il tratto sotto la Torre d’Alleghe), prima della deviazione per la breve ma ripida salita al Rifugio Tissi.


Clicka per ingrandire l'immagine

Dopo cena, tutti sulla Cima di Col Rean, pochi metri sopra il rifugio, a godere il panorama.


Clicka per ingrandire l'immagine

Spettacolare il tramonto, con il sole che scende dietro la Marmolada.


Clicka per ingrandire l'immagine

E spettacolare il colore assunto dalla parete nord ovest del Civetta, anche se la presenza di qualche nuvola non ha permesso di raggiungere il rosso intenso per cui la montagna è famosa. Nelle foto, davanti al Pelmo che compare in lontananza, le Torri Coldai, d’Alleghe, di Valgrande, da Lago e Pan di Zucchero, ...


Clicka per ingrandire l'immagine

... la parete nord ovest della Cima Civetta che sovrasta il Rifugio Tissi, ...


Clicka per ingrandire l'immagine

... le Cime de Gasperi, Su Alto e della Terranova ...


Clicka per ingrandire l'immagine

... per terminare con i Cantoni di Pelsa all’estremo meridionale della parete.


Clicka per ingrandire l'immagine

Il mattino seguente si riprende la discesa lungo la Val Civetta con la vista che arriva sui Monti di San Lucano.


Clicka per ingrandire l'immagine

Superando le crode della Cima di Col Rean, brevemente riappaiono i monti attorno ai Passi Giau e Falzarego (Cerniera, Nuvolau, Averau, Lagazuoi, ... e nascoste dalle nuove si intravvedono anche le Tofane).


Clicka per ingrandire l'immagine

Si giunge così ai verdi pascoli poco sotto la Sella di Pelsa. Alle spalle si lasciano la Crep di Casamatta e la Cima di Col Rean (presso la vetta di quest’ultima e possibile intuire il Rifugio Tissi).


Clicka per ingrandire l'immagine   Clicka per ingrandire l'immagine

Superata con breve e quasi impercettibile salita la Sella di Pelsa, inizia la discesa verso la Val Corpassa.


Clicka per ingrandire l'immagine

Avvicinandosi al Rifugio Vazzoler , di fronte si stagliano la Cima della Busazza e la Torre Trieste.


Clicka per ingrandire l'immagine

E prima dell’ultimo tratto di discesa verso la Capanna Trieste, un’altra meritata sosta al Rifugio Vazzoler, dietro al quale si vedono le torri e le guglie più meridionali del Civetta (Cantoni di Pelsa) che proseguono, verso sinistra, fino al pilastro della Torre Venezia.