Pizzo Formico e Rifugio Parafülmen

            

Pizzo Formico e
Rifugio Parafülmen

10 Ottobre 2021

Lunghezza: 11 Km circa.
Dislivello complessivo: 650 m circa.
Durata: indicativamente 4h 30’.
Attrezzatura: scarponi da trekking. Consigliato il pranzo al sacco.
Difficoltà: escursionistica.
Note: gita nella media Val Seriana, poco faticosa e priva di particolari difficoltà tecniche, che permette di raggiungere la vetta del Pizzo Formico, modesto di quota ma che offre un eccezionale panorama sulle Prealpi Orobie e sulla sottostante conca del Farno.
Ritrovo alle ore 9:00 al parcheggio del Monte Farno o, con auto propria, alle 7:00 presso la scuola Media Sabin, in via Iseo 18, Monza.
Obbligatorio essere dotati di mascherina e gel per la disinfezione delle mani, presentare il certificato verde ("Green Pass") e il modulo di autodichiarazione (vedi anche le regole per le gite in periodo di corona virus).
Costi: nessuno per i soci, € 10 (assicurazioni) per i non soci.
Chiusura iscrizioni: al termine dei posti disponibili, o entro le ore 22:00 di venerdì 1 ottobre per i soci, entro le ore 12:00 di giovedì 30 settembre per i non soci.

Per raggiungere i parcheggi del Monte Farno, punto di partenza e arrivo della gita proposta, si deve seguire la strada asfaltata che parte dall'abitato di Gandino, in Val Seriana. La sosta non è gratuita: è necessario esporre in bella vista sul cruscotto il biglietto "Gratta Parcheggio" che è possibile acquistare in vari esercizi commerciali di Gandino (visualizza un elenco di tali esercizi).

Dal parcheggio si segue lo stradello (sentiero n° 542/545) in direzione del vicinissimo Rifugio Monte Farno. La strada più diretta per la vetta del Pizzo Formico sarebbe quella che continua a seguire lo stradello, ma il consiglio è quello di imboccare a sinistra, subito prima del rifugio, un secondo stradello che con un paio di tornanti porta ad un evidente e ben conservato roccolo, posto in un punto panoramico.

Superato il roccolo, si procede verso nord-est seguendo l’ampio sentiero che si mantiene in prossimità del filo di cresta. Superato un secondo roccolo, abbandonato, e una piccola pozza d’acqua per l’abbeveramento degli animali, circondata da una bella staccionata, il percorso si divide in diverse tracce possibili; seguendo quella più a sinistra, un ultimo strappo, a tratti un po’ ripido, permette di raggiungere la vetta del Pizzo Formico.

Dopo la doverosa sosta per godere dell’ampio panorama, si scende dal versante opposto, inizialmente su terreno un po’ insidioso per la presenza di molti sassi, seguendo un facile sentiero che permette di raggiungere la Forcella Larga e i ruderi della Capanna Ilaria. Tralasciato il sentiero a destra che scende nella Conca del Farno e l’esile traccia a sinistra che prosegue in cresta, con comoda mulattiera si scende verso la Malga Montagnina e, superatala, si sale con poca pendenza fino alla Cappella dei Morti della Montagnina, posta presso un’altra pozza per gli animali.

Abbandonata la strada segnalata, si svolta a destra su traccia erbosa, priva di segnaletica ufficiale ma con la direzione facilitata dalla presenza dei paletti che indicano il percorso invernale. Il tratto iniziale è abbastanza ripido, ma dura poco e si prosegue quindi su ampi mammelloni erbosi fino a raggiungere il Rifugio Parafülmen (o ex Baita Montagnina).

Dal rifugio, la via più comoda per tornare al parcheggio è quella che segue la mulattiera che porta sul versante opposto della valle; la proposta però è quella di seguire un facile percorso “fuori pista”, decisamente più interessante e in grado di offrire viste più remunerative. Alla prima curva si abbandona quindi la strada, tagliando a sinistra per i prati, passando tra due piccole pozze d’acqua e raggiungendo un’ampia dorsale erbosa che va seguita fino a che non si nota, in basso a destra, un laghetto. Dopo una breve discesa, si attraversa un torrentello, si costeggia il laghetto tenendolo sulla destra e andando ad imboccare un’evidente traccia che, passando sotto la baita della Guazza Bassa, attraversa un secondo avvallamento e quindi risale brevemente alla strada, precedentemente ignorata al Rifugio, che presa a sinistra riporta in breve tempo al parcheggio.

Ulteriori informazioni e/o iscrizioni: in sede nelle serate di apertura (martedì e venerdì, via Risorgimento 22, Monza, dalle ore 21:00 alle ore 23:00), per telefono al 338-9940403, via e-Mail all’indirizzo info@caisanfru.it o seguendo il CAI San Fruttuoso su Facebook.